Created with Lunacy

Blog

TORNA INDIETRO
Le 10 cose da non perdere in Namibia

Stiamo parlando di uno dei posti più vari e belli al mondo! 

Situata a cavallo del Tropico del Capricorno, la Namibia è una chicca africana capace di darti tutta la maestosità del continente distribuita qui e là per il paese: ovunque ti giri è un WOW, bello da perdere la testa!! Ma noi vogliamo parlare di che cosa non perdere in questo luogo pazzesco. 

E allora cominciamo:
 

1. Mangiare gli spiedini da Joe’s Burger House, a Windhoek
Devi ancora arrivare che già hai fame di safari! Ma perché non gustarsene uno seduti al tavolo nel ristorante più figo di tutta la capitale?? Sì perchè da Joe’s puoi gustare dei mitici spiedini combo composti di ottimi bocconcini di coccodrillo, springbok, zebra, orice e… Basta così dai!
Il posto è bello e immerso in uno stile vintage africano post colonialismo. Leopardi impagliati, aree fumatori promiscue, tavoli in legno e ombrelloni di paglia fanno da scenografia per la tua prima cena africana!!
 

2. Fare un self drive e sentirsi Indiana Jones
Noi non contempliamo chi viene in Namibia e sta seduto a farsi scarrozzare!  Sappiamo che la vera esperienza ce la si crea con le proprie mani e quindi: prendi una potente jeep e percorri migliaia di km a zonzo per questo immenso e splendido paese. E’ facile in fondo: basta non scendere dalla jeep per non farsi sbranare!!! Roar. 


3.L’Etosha, minchia!! 
L’Etosha è quel posto che non dimentichi mai più! E’ il tuo SAFARI!
La sua accessibilità non ti permette subito di capire bene che stai girando nell'habitat naturale di ben 114 specie di mammiferi, 340 d uccelli, 110 di rettili, 16 di anfibi e anche una specie di pesci (ok!). 
Si tratta di un parco naturale enorme, che per diversi anni è stato il parco faunistico più grande al mondo! Lo puoi girare in lungo e in largo, alloggiando in campeggi, lodge, capanne, grotte, tane.. Ops! Tutto qui riconduce ad una sola e unica cosa: ANIMALI, E TANTI!


4. Un torta di mele nel posto più sperduto della Namibia
Se per caso ti fosse mancato il dolce, dopo tutto il sale dei laghi secchi e la bocca asciutta dalla polvere, ti fermerai a Solitaire per un pit stop. La scenografia è da Far West: auto d’epoca abbandonate, una stazione di servizio mezza sfasciata e.. Un ottimo chiosco dove da ormai anni fanno una torta di mele dalla ricetta magica.
Abbiamo una storia a riguardo. La storia è quella di Percival Cross detto Moose McGregor, un avventuriero scozzese che negli anni ’90 decise di stabilirsi qui e aprire una pasticceria. Moose era un personaggio unico, con un passato misterioso e quasi piratesco, un aspetto tipicamente scozzese e un carattere amichevole e affascinante. La sua specialità era la torta di mele, realizzata con una vecchia ricetta tedesca di famiglia e con mele provenienti da… boh, sicuramente non dalla Namibia.


5. Arti rupestri e alberi pietrificati di milioni di anni
E tu che pensavi che la Namibia fosse solo animali e natura.. Avevi ragione!! Ed è da qui che le nostre civiltà si sono create, analizzando l’esterno, fatto di animali come noi e natura. Siamo nel DamaraLand!
A Twyfelfontein, che significa "la sorgente incerta", troverai ospitate una delle più grandi gallerie d'arte parietale del continente africano: oltre 2000 dipinti rupestri e graffiti dell’età della pietra. Poco lontano da questo museo naturale all’aria aperta, potrai sbattere il muso in quelli che sono alberi che per un magico motivo e ottime regole chimiche, sono sopravvissuti a 200 milioni di anni e diventati pietra!  Figo no??!


6. Tante otarie a Cape Cross
La colonia di Cape Cross è la più grande colonia di otarie del Capo al mondo ed è una delle due più grandi tra quelle che si trovano sulle coste della Namibia. Da vedere almeno una volta nella vita: non vi ricapiterà più! 


7. Diventare un relitto nella baia dei relitti alla Skeleton Coast
Hai appena superato Springbokwasser gate e stai per entrare nella baia dei relitti, un posto fantasma, pieno di niente e di rottami.
Qui il deserto prende il sopravvento sull’acqua: banchi di sabbia diventano l’ostacolo maggiore per le navi, che se vicine alla costa si incagliano e rimangono fisse lì per sempre. Lo spettacolo è fuori da ogni schema: ci sono navi dei primi del ‘900 che si possono toccare, pescherecci che diventano case per gabbiani!
PAZZESCO.


8. Visitare Swakopmund, il posto perfetto
Swakopmund: la città sull’oceano alle porte del deserto. Tra fenicotteri rosa, ristorantini e villette questo stop è piacevole oltre l’immaginazione.
Hai viaggiato giorni e ti sei sporcato le mani: a Swakopmund recuperi energia prima di ripartire!!


9. Deserto del Namib: avete capito bene!
È il deserto che non hai mai visto: dune alte centinaia di metri che si appoggiano all’oceano. È il più vecchio del mondo!
Qui guidi, vai sui quad, fai sandboard. Ma soprattutto voli con un charter sopra questa distesa di bellezza vecchia 65 milioni di anni. NO WORDS.


10. Il parco di Sossusvlei!! E che dune oh!
Dune rosse, sabbia gialla, orici solitari, strade bellissime, mongolfiere e passeggiate. A Sossusvlei, una delle principali mete in Namibia, trovi la pace.
Il vento scolpisce le forme di questa sabbia millenaria, il parco le conserva, noi ci facciamo una visita.


Non perderti la Namibia, non perdertela con noi. Dai un'occhiata alla nostra spedizione.

credits logicweb

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra cookie policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Cookie policy

ACCETTO