Created with Lunacy

Viaggio in Islanda

a caccia dell'Aurora Boreale
Home>Tutti i viaggi>

Viaggio di gruppo in Islanda 2022

Viaggio di gruppo in Islanda a caccia dell'aurora boreale.

La chiamano la terra del fuoco e del ghiaccio… che noia.
Mi sa che hanno dimenticato che in Islanda ci si tuffa nei geysir, si cammina dentro i ghiacciai, si guida nel deserto bianco, si insultano le foche e si va a caccia dell'aurora boreale

In questo viaggio in Islanda ammirerete tutte le figate che il Paese ha da offrire nella sua stagione migliore: l’inverno. Farete tutto il giro dell’Islanda del Sud in 7 giorni in modalità self-drive (si, nessun pulmino, guidate voi!) accompagnati da un caposquadra Sto Gran Tour. Vedrete tutto il circolo d’oro islandese, le cascate Dettifoss e Seljalandsfoss, il ghiacciaio Vatnajökull, la laguna Jokulsarlon, Reykjavik, la Blue Lagoon, e ancora le balene saltare, l’aurora boreale e… insomma, tanta roba.

In Islanda si va solo con Sto Gran Tour, pronti?! 

Scopri l’itinerario

1

Viaggio in Islanda: si parte!

Dopo uno scalo in Europa, benvenuti in Islanda. Ci spostiamo subito verso la nostra base operativa, un posto segreto e speciale:

sotto un faro e circondato dall’oceano sulla baia di Reykjavik.
Facciamo un briefing sull’avventura e una bella cena nel ristorante migliore di tutta la zona (nonché l’unico). Dormiamo proprio lì - non nel ristorante, ma in delle casette di legno. Siamo in in uno dei posti migliori al mondo per vedere l’aurora, incrociamo le dita.

2

Circolo d'oro, geysir e altre cose belle

Guidiamo fino a Thingvellir: la separazione tra due placche tettoniche. Come Homer Simpson saltelliamo tra il continente americano e quello euroasiatico e giusto giusto qui c’è anche il primo Parlamento del mondo.

Dopo pranzo ci facciamo schizzare da Geysir, stando a due passi dalle esplosioni d’acqua infernali, tra la vallata geotermica, laghi colorati e fumarole.
Oggi gli schizzi continuano a Gullfoss, una delle cascate più grandi d’Europa: sempre piena di arcobaleni e che dopo un doppio salto di 30 metri finisce in un canyon lavico. WOW.

Dopo questa giornata non ci resta che rifugiarci nei nostri cottage in legno in piena campagna islandese, proprio sotto un vulcano…

3

Spiagge razziste e aperisquali

Si va a Skogafoss, una cascata alta 40 metri dove si arriva sotto al muro d’acqua e si sale in cima, dopo 430 gradini ghiacciati maledettamente scivolosi. Dopo un paio di culate ci spostiamo a ovest, verso...

Dyrholaey! Hey, che belli i faraglioni!
Ci prendiamo il freddo dell’oceano e le onde incazzate sotto di noi, prima di fare un pit stop per pranzare.
Ci prepariamo per una delle tappe più belle del nostro viaggio: sabbia vulcanica nera, grotte di basalto colonnare, faraglioni altissimi e cinesi sbadati inghiottiti dalla furia dell’oceano; cosa vuoi di più?! Siamo a Reynisfjara <3 

Di pomeriggio attraversiamo il deserto, con i ghiacciai a sinistra e la lava a destra, fino alle nostre casette in legno.

Avete mai cavalcato un cavallo islandese al tramonto, in mezzo alla neve? Bene, oggi è il giorno. Saliamo in sella e galoppiamo con questa specie di cavallo unica al mondo. (vedi scheda “Attività extra”).

Di sera aperitivo con lo squalo putrefatto, bagno nelle vasche calde all’aperto e cena nei nostri cottage. Dai che ci becchiamo un’altra aurora!

4

Iceberg e diamanti

Oggi ci mandiamo a Vatnajökull, uno dei ghiacciai più grandi al mondo: è esteso quanto la Corsica, enorme. Qui si fa la prima attività glaciale del viaggio…

ci affidiamo alle guide locali per camminare prima sopra e poi dentro il ghiacciaio, alla ricerca delle Ice Caves, le grotte di ghiaccio blu blu blu (vedi scheda “Attività Extra”).

Tornati coi piedi per terra ci rimettiamo in macchina e, dopo un paio di soste panoramiche, arriviamo alla Laguna degli Iceberg, Jokulsarlon. Questa è la tappa più emozionante del nostro viaggio: iceberg azzurrissimi e foche che nuotano. È la visione più bella della vita.

Dopo un po’ attraversiamo la strada verso Diamond Beach. Si chiama “spiaggia di diamanti” e non c’è bisogno di spiegazioni: migliaia di iceberg grandi e piccoli sulla spiaggia vulcanica nera, con il sole li fa riflettere in mille modi.

Torniamo ai nostri cottage in legno, per prepararci a un’altra notte di attesa dell’aurora.

5

La figa di Pietra

Inizia la strada di ritorno. Percorreremo indietro il deserto fino ad arrivare sotto l’Eyjafjallajokull, il vulcano più famoso d’Islanda. Oggi un’altra attività TOP:
 

con le guide locali facciamo un trekking sulla lingua del ghiacciaio Solheimajokull (vedi scheda “Attività extra”).

Tornati al calduccio in macchina seguiamo l’unica strada islandese, fino a Seljalandsfoss, la cascata in cui è possibile passeggiare dietro il getto d’acqua e poi… sopresa!
Qualcuno ha detto figa? Ci aspetta la “Figa di Pietra”, il nostro posticino segreto islandese.

Fradici, ci spostiamo nel nostro ristorantino islandese, dove come gli idioti ci vestiamo da falsi vichinghi, ma ci tiriamo delle vere asce di ferro. E mangiamo del vero agnello. Che bello essere vichinghi.
Notte nei cottage in legno in aperta campagna, aspettando l’aurora boreale, dalle parti di Hella.

Tutta la notte gara di pronuncia dell'Eyjafjallajokull.

6

Balene e millebolleblu

Carichiamo gli zaini sui nostri potenti mezzi e ci spostiamo in direzione di Reykjavik: visiteremo la capitale più a Nord del mondo. Dopo una settimana nel deserto è strano vedere…

laggente. Pranziamo in città, con la zuppa di aragosta e l’hot dog migliore del mondo (parola di Bill Clinton). Passiamo la mattina a zonzo per la città e a un certo punto… BALENEEEEE!

Saliamo su una delle barchette del porto e salpiamo verso la baia di Reykjavik per avvistare le balene e tra salti, spruzzi e pinnate (vedi scheda "Attività extra).

Visto che ancora la giornata è a metà, ci tocca un’altra figata senza senso: la Blue Lagoon (vedi scheda "attività extra"). Ci tuffiamo nelle acque di scarto di una centrale elettrica geotermica. Detto così fa schifo, ma sono le terme più famose e fighe del mondo: acqua azzurrissima, in piscine di basalto naturale, in mezzo a una vallata vulcanica, sorseggiando una birra nel bar dentro la piscina. Questa è una figata, la cosa migliore per concludere il viaggio.

Di sera, cotti a puntino, torniamo alla nostra base islandese, per l'ultima cena e l’ultima chance di vedere l’aurora boreale proprio sotto il cielo artico.  

7

Eggià :(

In mattinata riconsegna delle auto all’aeroporto di Keflavik e con le lacrime agli occhi si vola in Italia.
È o non è stato il viaggio più figo della storia dell’umanità?? 
Ci vediamo presto!

Scopri tutti

La mappa

Dettagli Tour Islanda

Ehi, prenota tranquillo! Se non si potrà viaggiare otterrai il rimborso del viaggio. 
Tutte le domande sul rimborso sono nelle FAQ 
 

Attività Extra

Le terme più famose d’Islanda. Ci rilassiamo e festeggiamo la fine del viaggio a mollo, con una birra in mano! Consiglio.

Prezzo: 85€
Durata: 2/3h - Asciugamani, drink benvenuto inclusi.
Difficoltà: la cosa difficile sarà uscire dall'acqua e andare via.

Alternativa: un giro nei paraggi! Verso il lago Kleifarvatn

Guarda un po'...

Guarda il Video Programma del viaggio!

C'è solo un modo per vedere l'Islanda

Torino Islanda. Diaro di un viaggio in bicicletta.

Guidare in Islanda in Inverno

L'aereo precipitato

Pre-Iscriviti gratis e blocca il prezzo

Ottobre 2021

Posti disponibili

15

Luca

da 1490€

1250€

Luca

da 1490€

1250€

Novembre 2021

Posti disponibili

15

Luca

da 1490€

1250€

Luca

da 1490€

1250€

Dicembre 2021

Posti disponibili

15

Luca

da 1490€

1250€

Luca

da 1490€

1250€

Gennaio 2022

Posti disponibili

15

Gabriele

da 1490€

1250€

Gabriele

da 1490€

1250€

Febbraio 2022

Posti disponibili

15

Gabriele

da 1490€

1250€

Gabriele

da 1490€

1250€

Marzo 2022

Posti disponibili

15

Gabriele

da 1490€

1250€

Gabriele

da 1490€

1250€

Scopri tutti

Cosa è compreso?

Incluso nel prezzo del viaggio
Non incluso nel prezzo del viaggio
Incluso nella cassa comune
Dicono di noi
Sono partito da solo e sono tornato con 15 nuovi fratelli. Ero molto diffidente sui viaggi di gruppo...e mi sono ricreduto. Davvero, provare per credere.

Alessandro

Sognavo l'Islanda da tanto. Grazie a Francesco, perché ha reso questa esperienza più di un semplice viaggio.

Leonardo

Ho lasciato un pezzo di cuore in Islanda.

Emma

Aurora boreale. Dico solo questo.

Michele

FAQ

F**K Covid
Attrezzatura e voli
Conferma Gruppi
Conosci i tuoi compagni
Viaggi Individuali
Il Caposquadra
credits logicweb

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra cookie policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Cookie policy

ACCETTO