Created with Lunacy

Viaggio in Namibia

una folle Spedizione
Home>Tutti i viaggi>

Viaggio Avventura in Namibia

Una Spedizione Sto Gran Tour alla scoperta della Namibia. 

Questa è una delle perle di Viaggio Sto Gran Tour, una delle nostre mete preferite, una seconda casa: benvenuti nella nostra Spedizione in Namibia.

Se siete alla ricerca di emozioni estreme, di un viaggio avventuroso e di tanta natura... un viaggio in Namibia è perfetto.

Con Sto Gran Tour organizziamo viaggi di gruppo in Namibia in modalità self drive con delle Jeep Hilux 4x4, equipaggiate, con tende sui tetti. Il viaggio dura 14 giorni e il gruppo di viaggiatori, suddiviso in equipaggi, gestisce l’organizzazione del viaggio. Il gioco di squadra è fondamentale: gli equipaggi, guidati da un caposquadra Sto Gran Tour, devono gestire la propria Jeep, il montaggio e smontaggio delle tende, le riserve di acqua, benzina e la spesa per cucinare. 

L’obiettivo della nostra Spedizione è di esplorare il paese in piena libertà facendo un safari incredibile, percorrendo la Skeleton Coast, visitando Cape Cross, attraversando il deserto del Namib e tanto altro. Queste, sono solo alcune delle tappe previste nel nostro itinerario:

🍌 L’Etosha National Park
🍌 La Skeleton Coast
🍌 Cape Cross
🍌 Deadvlei
🍌 Sossusvlei
🍌 Swakopmund
🍌 Il deserto del Namib
🍌 …e tanto altro.

Insomma, una Gran Figata!
Se ami sporcarti le mani, la natura, dormire sotto le stelle e vuoi fare un’esperienza di vita pazzesca, la Namibia con Sto Gran Tour è la risposta giusta. Dai un'occhiata al programma!

 

Scopri l'itinerario

1

Viaggio in Namibia: si parte!

Il nostro viaggio in Namibia inizia come tutti gli altri: con l’aereo. Partenza dall’Italia con un volo che ci porterà a Windhoek, la capitale della Namibia

2

Windhoek

Arriviamo a Windhoek, recupereremo i nostri fuoristrada con la tenda sulla testa e ci sposteremo in un campo tendato.

Di sera andremo in un ristorante tipico per fare un briefing pre-partenza in cui vedremo tutto il percorso e organizzeremo la Spedizione.

La sera, prima notte in campeggio del nostro viaggio.

3

Il Parco dell'Etosha: pronti per il safari

Dopo aver fatto provviste, con i nostri bestioni 4x4 lasceremo la città per spostarci verso nord e il Parco Etosha, attraversando i primi tratti di savana.

Nel pomeriggio arriveremo a destinazione e avremo un assaggio del Safari che faremo domani.

Dormiremo all’interno del Parco, in un’area recintata. Questa zona è di fianco ad una pozza d’acqua che la notte attira decine di animali. Noi avremo la possibilità di vedere gli animali abbeverarsi da un anfiteatro ricavato nella roccia! 

La sera, per festeggiare i primi avvistamenti, faremo un mega barbecue.

4

Una figata di safari in Namibia

Il nostro safari in Namibia! Questo non sarà di quei safari molli, dove la guida ci porta nei punti più affollati. Siamo noi alla guida dei 4x4 e avremo libertà totale in giro per la savana.

Passeremo tutto il giorno alla ricerca dei “big 5”: leoni, elefanti, rinoceronti giraffe e tutto quello che la savana offre appostati nei punti migliori, seguendo le tracce che gli animali lasciano e cercando le pozze d’acqua della savana in cui si abbeverano.

Dormiremo all’interno del Parco, in un’area recintata. Questa zona è di fianco a una pozza d’acqua che la notte attira decine di animali. E noi avremo la possibilità di vedere tutto da un anfiteatro ricavato nella roccia.

5

Gli alberi di pietra

Dopo la sveglia e aver smontato il campo, guideremo ancora nel parco Etosha approfittandone per fare ancora un po’ di safari - che non fa mai male.

Passeremo il resto della giornata sfrecciando e alzando polvere attraverso una zona desertica, fino ad arrivare a delle pietre. O meglio, a degli alberi di pietra. Si perché siamo nel Damaraland. Ci accamperemo qui per la notte, in un campeggio attrezzato.

6

Disegnini a Twyfelfontein

Oggi andiamo a vedere dei disegnini e che hanno circa 6000 anni. Per trovarli guideremo fino a Twyfelfontein, e le pitture rupestri.

Visto che disegnare non è il nostro forte, dopo un po’ torneremo in macchina, prossima destinazione il deserto.

La sera dormiremo in un campeggio con lago e cascata privati, per rinfrescarci alla grande.

 

 

7

Questa è la Skeleton coast

Beh, ci vorrà un po’ di guida, ma oggi raggiungeremo la Skeleton Coast. Attraversare il paesaggio lunare che ci separa dalla costa, permette di vivere una delle strade più emozionanti al mondo.

Questa parte di costa è la più figa di tutta l’Africa e la attraverseremo fino a Cape Cross, per toccare con mano (letteralmente) una colonia di centomila otarie che ruttano, scoreggiano e litigano sulla nostra stessa spiaggia.

8

Relitti e Swakopmund

La Skeleton Coast continua. Lungo la strada ci fermeremo a vedere alcuni relitti, navi incagliate sulla sabbia e arrugginite.

Beh, si chiamerà la costa degli scheletri per qualche motivo, no?

Pranzeremo a Swakopmund, una cittadina carina carina. Questo paesino sulla costa è uno dei punti più piacevoli della Namibia e anche il punto di partenza di tutte le attività che faremo tra oggi e domani.

Ci sistemeremo nelle nostre villette (beh, dopo una settimana di campeggio ci vuole no?). 

9

Shut up and take my money

Siamo sempre a Swakpmund. Prima di partire ognuno sceglierà quali attività svolgere nei nostri due giorni in città:

  • ricerca dei rettili del deserto;
  • sorvolo del Namib con un Cessna da 6 posti;
  • quad e sandboard nel deserto;
  • visita a Sandwich Harbour.

I prezzi delle varie attività sono nella scheda “prezzi e iscrizione”.

A Swakopmund ognuno sarà libero! Per cui chi vorrà fare attività alternative, o bighellonare in città e sulla costa…ci vediamo in giro. La sera dormiremo sempre in villa.

10

Il Tropico del Capricorno

Dopo la sveglia ci metteremo in marcia verso l’interno, prima costeggiando e poi attraversando il Namib, il deserto più antico e arido del mondo.

Saranno ore di guida piacevoli, durante le quali attraverseremo il Tropico del Capricorno. Più avanti faremo una sosta nella sperduta cittadina di Solitaire, per assaggiare la crostata più buona dell’Africa.

Prima del tramonto arriveremo in campeggio, super barbecue e pronti per domani.

11

La valle della morte

Ci sveglieremo a due passi dai cancelli del Parco di Deadvlei. Dopo l’ingresso guideremo in una vallata che taglia le dune: tutt’attorno a noi solo il deserto e le dune arancioni!

Dopo un centinaio di chilometri arriveremo a Deadvlei, uno degli scorci più belli al mondo. Saliremo in cima ad una duna e ci faremo la famosa foto con gli alberi morti e secchi.

Dopo pranzo torneremo verso Windhoek, attraversando le montagne e gli ultimi tratti di deserto. Dormiremo in un bel campeggio.

12

Piangiamo, perché rientriamo

La nostra spedizione è finita e tutto è andato alla grande, tranne per Marcello… povero che brutta fine.

Tristi per aver lasciato un Paese così eccezionale, saliamo su un volo per l’Italia, dove arriveremo la mattina dopo, incazzati perché l’aeroporto di Milano Malpensa non ha il servizio carrelli. Bentornati in Italia.

13

Ufficialmente in Italia

Eccoci atterrati a Milano Malpensa.

Tristi per aver lasciato un Paese così eccezionale, saliamo su un volo per l’Italia, dove arriveremo la mattina dopo, incazzati perché l’aeroporto di Milano Malpensa non ha il servizio carrelli. Bentornati in Italia.

Scopri tutti

La mappa

Dettagli viaggio in Namibia

SCHEDA SPEDIZIONE

🍌 Obiettivo Spedizione: 
La squadra dovrà fare il giro di tutta la Namibia Off Road.

🍌 Squadra: 16 pax + 1 caposquadra
🍌 Equipaggi: 4
🍌 Chilometri: 2200 km circa
🍌 Mezzi: Hilux 4x4 tendati

Attività Extra

Andiamo a cercare i "little 5" nel deserto. Vi stupirete di quanta vita c'è sotto la sabbia!

Prezzo: 60€
Durata: 3h
Difficoltà: Facile

Alternativa: Altre attività o visita di Swakopmund

I nostri Episodi su Rai 3

L'ultimo episodio di questa avventura in Namibia. Dopo aver fatto uno dei safari più belli del mondo, avvistando giraffe, elefanti e leoni, e dopo  aver celebrato un matrimonio in un matrimonio Himba, arriveremo alla fine del nostro incredibile viaggio namibiano.

Guarda qui il terzo ed ultimo episodio della Namibia, in onda per la nostra serie "Viaggi al Rallentatore" al Kilimangiaro, ogni domenica su Rai 3.
 

Guarda un po'...

Che cos'é Sto Gran Tour?

Namibia, una spedizione folle

Cosa sono le Spedizioni Sto Gran Tour?

Guarda il Video Programma della Namibia!

Spedizione in Namibia 2021. Devi esserci!

Viaggio in Namibia in 4x4. Una figata pazzesca

Perché viaggiare con Sto Gran Tour?

Tuuutte le FAQ Sto Gran Tour

La nostra "casa 4x4"

Safari nel Parco dell'Etosha

Prenota la tua data

Hai bisogno di aiuto?
?

da Martedì

16/08/22

a Domenica

28/08/22

Andrea

da 3590€

Andrea

Posti disponibili

0

da 3590€

Completo

da Sabato

27/08/22

a Giovedì

08/09/22

Andrea

da 3590€

Andrea

Posti disponibili

0

da 3590€

Completo

da Sabato

24/09/22

a Giovedì

06/10/22

Andrea

da 3450€

Andrea

Posti disponibili

0

da 3450€

Completo

da Sabato

22/10/22

a Giovedì

03/11/22

Posti disponibili

9

Andrea

Ponte 1 novembre

da 3590€

3490€

Andrea

Posti disponibili

9

da 3590€

3490€

Ponte 1 novembre

da Sabato

05/11/22

a Giovedì

17/11/22

Posti disponibili

15

Andrea

da 3490€

3390€

Andrea

Posti disponibili

15

da 3490€

3390€

Da Martedì

27/12/22

A Domenica

08/01/23

Posti disponibili

18

Luca

CAPODANNO!

da 4190€

3590€

Luca

Posti disponibili

18

da 4190€

3590€

CAPODANNO!

Scopri tutti

Cosa è compreso?

Incluso nel prezzo del viaggio
Non incluso nel prezzo del viaggio
Incluso nella cassa comune
Dicono di noi
Non cercavo un viaggio, ma qualcosa di più che non riuscivo bene a spiegare. L'ho trovato con questa spedizione in Namibia. Grazie.

Marco

Un senso di felicità e libertà mai provato prima. Mi sono sentito come non mi sentivo da tanto.

Alessandro

Sono stata indecisa fino all'ultimo, poi mi sono lanciata e sono partita. Lo rifarei altre mille volte! Lanciatevi, lasciatevi andare!

Martina

FAQ

F**K Covid
Acconto, Saldo e Assicurazione
Equipaggi
Il Caposquadra
Come sono la rete e la connessione internet in Namibia?
Scopri tutti

Boom Experience

Fuga a Cape Cross

Quella volta inseguiti da un'otaria...
Prenota

Sta Gran Sostenibilità

Secondo i dati del ministero dell’ambiente e del turismo della Namibia, il bracconaggio di rinoceronti ed elefanti è notevolmente diminuito. Finora nel 2021, i cacciatori hanno ucciso illegalmente 9 rinoceronti, il minimo negli ultimi 8 anni, e 4 elefanti, il minimo in 5 anni.

Cosa facciamo noi in viaggio: scegliamo i Parchi Nazionali, come l'Etosha, che inseriscono nel loro programma di conservazione la tutale degli animali dal bracconaggio. Con la fee di ingresso del Parco, contribuiamo al progetto di salvaguardia della fauna locale.

Sta Gran Guida

Il nostro tour in Namibia spiegato passo passo
 

Se siete alla ricerca di emozioni estreme, di un viaggio avventuroso e di tanta natura... un viaggio in Namibia potrebbe davvero fare al caso vostro.

Con Sto Gran Tour organizziamo viaggi in Namibia self drive. La Spedizione dura 14 giorni e il gruppo di viaggiatori verrà suddiviso in equipaggi, per gestire meglio l’organizzazione del viaggio. Gli equipaggi, guidati da un caposquadra Sto Gran Tour, dovranno cavarsela e organizzarsi per gestire la propria Jeep, gestire il montaggio e smontaggio delle tende, gestire le riserve di acqua, benzina e la spesa… e cucinare!

In questa Sta Gran Guida approfondiremo tutte le tappe del nostro itinerario in Namibia, raccontandovi cosa visiteremo giorno dopo giorno.
Inizieremo questa guida dandovi due notizie: una cattiva, e una buona.

La cattiva, è che nonostante i recenti sviluppi parrebbe ancora impossibile fare un viaggio su Marte, a meno che non si disponga di una navicella spaziale privata e di qualcuno che sappia guidarla. L'altra notizia invece, è che fare un viaggio in Namibia potrebbe darvi ugualmente la sensazione di essere su un altro pianeta. Sì, è una buona notizia: in Namibia vi ci possiamo portare con un viaggio di gruppo pazzesco, un viaggio avventura senza navicelle ma ugualmente spaziale.


Windhoek

Partiamo dalla base: Windhoek, la capitale. È una piccola città che porta i segni dell'influenza tedesca, oltre ad essere il centro affaristico e commerciale del paese. Benché siamo sempre dell'idea che una capitale vada sempre visitata e ammirata, pensiamo che ci sia troppo da vedere e tanta strada da fare per fermarci qui e fare un tour di Windhoek. Questo sarà invece il punto di partenza del nostro tour in Namibia e faremo base qui solo una notte, giusto il tempo di organizzare le nostre Jeep, fare la spesa che ci servirà per il viaggio, fare benzina e... per fare una bella cena di inizio viaggio. La Namibia è conosciuta per la sua selvaggina particolare: si possono assaggiare carni di tutti i tipi, comprese quella di zebra e di coccodrillo. Allo stesso tempo, se non siete amanti della carne, potrete scegliere tra mille piatti alternativi. Insomma, non rimarrete delusi da questa prima cena namibiana.
 

Etosha National Park

Se proprio dobbiamo partire, allora facciamolo col botto. La prima tappa della nostra Spedizione è l’immancabile Etosha National Park, una delle destinazioni tra le più affascinanti e particolari per fare un safari in Africa. Anche se in realtà, se doveste chiedere a Google dove fare un safari, trovereste una tonnellata di consigli per partire in Tanzania, o magari in Kenya.

Ma i motivi che rendono così speciale un safari in Namibia sono tanti, come il fatto che qui si possono avvistare quattro dei Big 5, elefanti, rinoceronti, leopardi e leoni, e tanto altro. L'Etosha è sicuramente uno dei migliori posti al mondo per fare un safari e osservare gli animali. Qui faremo un safari self-drive: con le nostre case tendate, andremo alla ricerca di tutti gli animali che si possono incontrare: Elefanti, Zebre, Leoni, Rinoceronti, Iene, Giraffe… insomma. Saremo nella savana. Qualcosa di diversa da un uomo su due gambe dovremmo riuscire a vederlo! E avremo un'ampia varietà di avvistamento, perchè nell'Etosha vivono 114 specie di mammiferi, 340 di uccelli, 16 di rettili e di anfibi, e un'innumerevole varietà di insetti. Tra gli altri, si possono vedere elefanti giraffe, zebre, springbok, gnu, antilopi, struzzi, sciacalli, iene, leoni, leopardi e ghepardi. Tra le specie invece in pericolo di estinzione ci sono l'impala e il rinoceronte nero. Le pozze sono il posto ideale per cercare gli animali: che siano artificiali, o naturali, è il posto dove gli animali vengono a cercare l’acqua. È come una sorta di appuntamento fisso. E noi ci mancheremo…

Ma ciò che rende l’Etosha un parco davvero unico nel continente è la sua gigantesca distesa di sale, l’Etosha Pan, talmente grande che si può vedere dallo spazio. 
 

Damaraland

Damaraland = secco. Ecco, così lo sapete. Si tratta di una regione arida e montuosa della Namibia centro-settentrionale ma... attenzione! Secco, non vuol dire vuoto o brutto. Ci passiamo proprio perchè il Damaraland è caratterizzato da paesaggi mozzafiato, montagne aspre e tante strade sterrate che si snodano fra le montagne come Spitzkoppe, la cui vetta appuntita gli ha valso il soprannome di “Cervino d’Africa” e Brandberg, il rilievo più alto di tutta la Namibia conosciuto come la “montagna di fuoco” grazie al colore che assume durante il tramonto. Una delle sue peculiarità, oltre ai magnifici cieli stellati, sono gli animali che hanno imparato a vivere qui, in fiumi secchi e terreni inospitali: elefanti, rinoceronti, leoni. Sarà praticamente impossibile vederli, ma se dovesse succedere... wow. In questa zona vedremo antiche pitture rupestri dipinte su pareti rocciose, che segnano il passaggio dei boscimani, e delle pietre. Vabbè che detto così non sembra un gran programma. Ma queste pietre sono degli alberi pietrificati, depositati qui 260 milioni di anni fa. Questo scenario spettacolare ci permette di scoprire il lato più nascosto delle opere dei nostri progenitori che vissero nella savana africana tanti secoli fa.

 

Swakopmund

Dopo tutto lo sterrato e il deserto percorsi, vi farà una sensazione strana arrivare a Swakopmund ed entrare in contatto dopo giorni con la civiltà. Ebbene sì, questa è una delle tappe previste del nostro itinerario. Swakopmund è la principale località di villeggiatura della Namibia, ma le spiagge non sono balneabili... mai una gioia. La gioia però l'avranno sicuramente i surfisti, perchè le onde di certo non mancano da queste parti. L'aria che si respira è perennemente autunnale e fortemente tedesca: giardini fioriti, case costruite in legno e muratura, gli edifici coloniali, pub che sfornano hamburger e stappano birre a profusione. Tante sono le attività che potremo fare a Swakopmund: sandboarding, giro in quad, voli panoramici, safari per scovare rettili.

E poi faremo un salto a Walvis Bay, a 30 km da Swakopmund, famoso per ospitare una colonia di fenicotteri rosa. E poi un'altro salto ancora a Sandwich Harbour, a toccare con mani (e con Jeep 4x4) la sabbia delle dune che si affacciano sull'oceano.

 

La Skeleton Coast e Cape Cross

La Skeleton Coast, possiamo dirlo, è una delle tappe più belle di questo tour in Namibia. Una delle nostre preferite. La Skeleton è nota per essere particolarmente inospitale e difficile da raggiungere (proprio quello che fa al caso nostro). Dal mare è difficile avvicinarsi alla costa a causa delle forti onde causate dalla corrente del Benguela.

Per questi motivi in passato questa costa veniva chiamata dai boscimani "la terra che Dio ha creato con rabbia" e dia portoghesi "le sabbie dell'Inferno". Qui vedremo, oltre che uno dei panorami più belli, un sacco di relitti di navi del 900 che non ce l'hanno fatta.

Lasciando i relitti, e continuando a scivolare sul brecciolino della Skeleton, si arriva a Cape Cross. Su Cape Cross c’è poco da dire, ma tanto per cui stupirsi: una spiaggia, un promontorio, con una montagna di otarie puzzolenti che insieme diventano una delle colonie di otarie più grandi d’Africa. Vi ricorderete di questa giornata, perchè non vi capiterà altre volte nella vita di andare a dormire nel sacco a pelo puzzando di otaria.
 

Deserto del Namib

Infiniti granelli di sabbia, cieli azzurrissimi e panorami unici. Ecco il deserto del Namib, immancabile tappa di questo viaggio di gruppo in Namibia. Si tratta del deserto più antico del mondo (eh, mica poco), le cui origini risalgono a circa 80 milioni di anni fa.

Il deserto del Namib, è enorme, immenso! Una distesa di dune di tutti i tipi (grandi piccole, bianche, rosse, tozze, snelle) e di bianchi laghi salati (i pan) pieni di alberi morti lungo la costa namibiana. Vi ricorda dice qualcosa il nome "Deadvlei"? Ma ci arriviamo dopo.

Il deserto del Namib al suo interno accoglie il Namib-Naukluft National Park, il più grande parco nazionale di tutta l’Africa e il quarto più grande del mondo. È qui che le grandi dune rosse nascondono Sossusvlei, famoso in tutto il mondo, presso il quale si trovano le altrettanto famose Duna 45, definita spesso “la più fotografata del mondo”, o la Big Daddy, che con i suoi 305 m è una delle più alte al mondo. E allora passate al punto dopo, così facciamo due chiacchiere su Sossusvlei...
 

Namibia, quando andare?

In tanti si pongono la domanda: "Namibia, quando andare!?". Qual è il periodo migliore viaggiare in Namibia? In generale, il periodo migliore per un viaggio in Namibia è piuttosto ampio. Chi non ha paura delle alte temperature può viaggiare da marzo a novembre. Da maggio ad agosto è consigliabile a chi ama un clima un po’ più fresco, specialmente la sera.

Le temperature diurne medie non sono mai sotto i 25 gradi, neanche durante la nostra estate ovvero l’inverno australe. I massimi di queste temperature si hanno da ottobre a dicembre. 

Consigliamo quindi di combinare le media diurne con l’umidità. Le temperature elevate del periodo ottobre-dicembre sono mediamente accompagnate da un’umidità abbastanza bassa, mentre le temperature abbastanza alte di gennaio, febbraio, marzo e aprile, sono collegate ad un livello di umidità alto anche se non elevatissimo. Un tour in Namibia nel periodo che va da dicembre a marzo lo sconsigliamo a cause del clima che non sarà perfetto.
 

Safari in Namibia

Ci sono diversi modi per fare un safari in Namibia: con una guida, oppure in modalità self drive. Non esiste un modo giusto, più giusto o perfetto. Per entrambi infatti, ci sono pro e contro. Ma in namibia fare un safari self drive significa riuscire a fare un’esperienza che probabilmente in altri parchi naturali d’Africa non sarebbe possibile fare. La vegetazione nel Parco dell’Etosha è particolarmente bassa e secca: questo permette anche agli occhi meno esperti di riuscire a vedere animali, anche a chilometri di distanza (ah, portatelo il binocolo). Vi sono poi diverse pozze artificiali, segnate sulla mappa, che rendono più facile l’avvistamento. 

 

Collaboriamo con...

credits logicweb

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra cookie policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Cookie policy

ACCETTO