loading…
Created with Lunacy
Home>Sto Gran Magazine>
TORNA INDIETRO

Etosha National Park: ecco perché lo amiamo così tanto

etosha national park largaetosha national park

Non ci sono due coccodrilli, né un orango tango. I liocorni forse, ma non li abbiamo mai visti. 'Accontentati solo' di qualche centinaia di specie animali di tutti i tipi

L'Etosha National Park offre la madre di tutti i safari. O forse il padre.

Vabbè, non confondiamoci in queste minuzie: il parco della Namibia ci ha fatti innamorare fin dal primo incontro con la sua unicità. Ma noi non siamo possessivi, e vogliamo condividere il nostro amore anche con te.

Nel seguente articolo ti offriremo una panoramica sul parco nazionale dell'Etosha, parlandoti in particolare delle sue caratteristiche più favolose: l'ambiente unico nel suo genere e le centinaia di specie animali lì presenti.

Leggi anche: Viaggio nel sud est asiatico, scegli tu: Indonesia, Vietnam o Thailandia?

Quanto è figo l'Etosha National Park

Nel cuore pulsante della Namibia, dove la natura si esprime in una tavolozza di colori e vita selvaggia che sembra uscita da un documentario della BBC, troviamo l'Etosha National Park, un gigante africano che si estende su una superficie di 22.000 km².

Qui, nel "grande luogo bianco" come lo chiamano gli Ovambo, ogni angolo racconta una storia, ogni traccia sulla terra è un segno lasciato dai suoi abitanti: gli animali selvaggi.

Fondato nel 1907 quando la Namibia era ancora una colonia tedesca, (e te pareva che noi Europei dovevamo venire a rompere le palle pure qui), l'Etosha è diventato un rifugio per 114 specie di mammiferi, 340 di uccelli, e un'arca di Noè di altre creature che rendono questo luogo un must per chi visita la regione.

Il cuore del parco è l'Etosha Pan: uno spettacolo! Taaaaaanto ma tanto tempo fa era il bacino di un lago, poi prosciugatosi e diventato un deserto. Anzi, un semi-deserto. L'aspetto di questa zona, infatti, muta con il cambiare delle stagioni: durante i mesi più secchi ha l'aspetto di un deserto salino, quando arrivano le piogge, invece, viene inondato diventando un piccolo lago.

Figata!

La fauna dell'Etosha chebellamadò!

Le vere celebrità dell'Etosha National Park, però, sono le millemila specie di animali che popolano il suo territorio.

Non è solo un deserto salino, come abbiamo spiegato nel paragrafo precedente, ma un ecosistema complesso dove la fauna si è adattata in modo che farebbe invidia a Bear Grylls.

Ci sono gli elefanti africani con le loro orecchione, i leoni che si svaccano al sole, i ghepardi con la faccia da "ma perché questo queste scimmie senza peli mi stanno fotografando", le iene che ti pigliano per il culo ridacchiando, quel carro armato in miniatura che è il tasso del miele, gnu, antilopi e un botto di altre specie.

Insomma, visitando l'Etosha National Park si possono vedere un mucchio di animali spettacolari dal vivo, che Super Quark spostati proprio. Il problema è che non è sempre semplice avvistarli, non tutti, per lo meno.

Il fatto è che la fauna non è che sta lì ad aspettare l'arrivo di quegli scalmanati di turisti per farsi vedere da vicino. No, gli animali si spostano, si nascondono, cacciano in alcuni luoghi ben precisi, si abbeverano in altri e così via. E se queste cose non le conosci, anche stando diversi giorni all'Etosha National Park si rischia di non vedere un accidenti.

La soluzione?

Andarci con qualcuno che conosce il parco come le proprie tasche, che conosce le abitudini degli animali locali in base alla stagione e sa quali sono gli spot e i momenti migliori per avvistarli. E allora sì che ti puoi godere al massimo il safari.

È per questo che noi di Sto Gran Tour all'Etosha ci andiamo con i nostri Capi Squadra certificati e con tanto di guide esperte.

Mica scemi.

Leggi anche: Le migliori destinazioni per esplorare lo spirito autentico dell'Africa

In conclusione

Ecco, siamo giunti al gran finale, la ciliegina sulla torta di questo articolo che ti ha portato a spasso per l'Etosha National Park senza nemmeno farti alzare dalla poltrona. Ma la vera magia del parco si svela solo quando ci metti i piedi.

In fondo, un viaggio all'Etosha National Park non è solo un safari, è un'avventura, una lezione di vita, un racconto che vorrai condividere con tutti. E, chissà, forse un giorno potrai anche vantarti di aver visto quel famigerato liocorno. O almeno, qualche centinaia di specie animali che potrai ammirare libere nel loro habitat naturale.

Allora, cosa aspetti? Etosha ti aspetta!

Prepara lo zaino e parti con noi in Namibia nel corso di un itinerario di ben 12 giorni in cui ci godremo tutte le bellezze di questa terra magnifica!

Leggi anche...

Collaboriamo con...

Amazon Prime Video
Sky
Rai 3
Kilimangiaro
Ferrino
La Repubblica
Mashable
La Stampa
Topolino
Adnkronos
Radio Deejay
Radio 105
©Tutti i diritti riservati. Sto Gran Tour, S.L di Gabriele Saluci. NIF: B-76316819 Capitale Sociale €75.000. Direzione tecnica dei viaggi: Sto Gran Tour S.L Registro Agenzia Viaggi N° I-AV-0004183.1. Polizza Responsabilità civile AXA N° 82728845
credits logicweb

Ma se vi dicessimo: Scimpanzé, Rinoceronti e soprattutto Gorilla di Montagna?
Si avete capito bene, finalmente questa estate vi portiamo in Uganda!
Fino a Domenica 10, tutte le partenze in sconto!