loading…
Created with Lunacy
Home>Sto Gran Magazine>
TORNA INDIETRO

Le 5 cose da non perdere se partite in Thailandia

partire in thailandia largacosa vedere in thailandia

Immaginate di camminare per le strade di Bangkok, una città che sembra sospesa tra il passato e il presente. Antichi templi si ergono accanto a moderni centri commerciali, mentre monaci buddisti e frequentatori del quartiere a luci rosse di Patpong condividono lo stesso spazio. 

È un contrasto affascinante, un ambiente caotico ed esotico che incanta i visitatori. 

Ma questa è solo una minima parte di quello che la Thailandia ha da offrire ai viaggiatori.

In questo articolo, scopriremo le cinque imperdibili mete della terra del sorriso, che vi faranno vivere un'esperienza a dir poco unica.

Dall’incasinata Bangkok alla pace della Grotta di Phraya Nakhon: guida ai luoghi imperdibili della Thailandia

#1 Bangkok

I viaggiatori hanno difficoltà a definire la personalità di Bangkok. La maggior parte di coloro che la visitano per la prima volta la vedono come una città a metà tra il passato e il presente

Antichi templi e moderni centri commerciali compongono la capitale della Thailandia, mentre i monaci buddisti e gli habitué di Patpong (il quartiere a luci rosse di Bangkok) condividono le strade della città. 

Il contrasto può creare un ambiente esilarante ma caotico.

Detto questo, l'ambiente dinamico di Bangkok richiede molta energia. Il clima costantemente caldo e la folla persistente richiedono il loro tributo ai visitatori impreparati.

Certo, la città sembra ribollire di tutto, dall'umidità all'umanità, ma è proprio questa sovrabbondanza esotica ad affascinare chiunque la visiti. 

Qui si trova il più grande mercato all'aperto del mondo, un acquario di livello mondiale ospitato in un centro commerciale di otto livelli, una statua di Buddha d'oro di 15 metri e molto altro ancora.

#2 Parco nazionale di Khao Sok

Sede di scogliere calcaree, cascate impressionanti e della più antica foresta pluviale sempreverde del mondo, Khao Sok è un'area incredibilmente ricca di biodiversità. 

Qui si trovano circa 200 tipi di flora e molte specie animali diverse, tra cui tigri, elefanti e macachi dalla coda di maiale (scimmie) del sud.

Il parco è soggetto a molte precipitazioni durante tutto l'anno, quindi per avere maggiori possibilità di rimanere all'asciutto, programmate la vostra visita durante la stagione secca, che va da dicembre ad aprile.

Leggi anche: 7 curiosità incredibili che non conoscevate sul Perù

#3 Ko Samui

Sede di resort a cinque stelle, di un'incredibile vita notturna e di alcune delle più belle spiagge della Thailandia, l'isola di Ko Samui ha qualcosa da offrire a tutti. 

Quando non vi rilassate sulla sabbia bianca,, visitate un santuario degli elefanti o esplorate antichi templi come Wat Plai Laem e Wat Phra Yai, noto anche come il Tempio del Grande Buddha. 

Infine, lasciate un po' di tempo per una gita di un giorno al vicino Parco Marino di Ang Thong, un arcipelago di 42 isole raggiungibile in motoscafo. 

#4 Ayutthaya, capitale del Regno del Siam

Quando la Thailandia era conosciuta come Regno del Siam, Ayutthaya era la sua capitale.

Questa potente e antica città fu distrutta durante un conflitto con un altro regno asiatico, ma si possono ancora vedere i maestosi resti degli imponenti templi. Oggi l'antica città è Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO ed è una popolare gita di un giorno da Bangkok.

Visitare Ayutthaya è una delle cose più importanti da fare in Thailandia e prenotare un tour vi assicura di conoscere tutta l'interessante storia dell'antica capitale.

#5 Grotta di Phraya Nakhon

La Grotta di Phraya Nakhon è una grotta calcarea situata nel Parco Nazionale di Sam Roi Yot

Molti decenni fa, una parte del tetto della grotta è crollata, esponendo il suo interno alla luce mattutina più sorprendente mai vista. 

Questo ha permesso la crescita di piante e persino di alberi.

La grotta fu scoperta per caso 200 anni fa dal suo omonimo Chao Phraya Nakhon Sri Thammarat, un thailandese che voleva ripararsi dalla pioggia. 

Alla fine del XIX secolo, il piccolo tempio fu costruito in onore di una visita dell'allora Re Rama V.

Il Padiglione Kukha Karuhas è il più piccolo tempio della Thailandia ed è stato costruito senza l'uso di viti o chiodi – incredibile, vero? Si tratta di un pezzo speciale di artigianato, in cui il legno è stato lavorato in modo tale da incastrarsi perfettamente.

Il tempio e la grotta sono più belli nei mesi invernali, tra dicembre e marzo, intorno alle 10.30 del mattino. In questo periodo, la luce del mattino è la più bella e risplende direttamente sul tempio.

Leggi anche: Perché andare in Vietnam? Ecco 6 motivi per un viaggio Phở-nomenale!

Conclusioni

In conclusione, la Thailandia offre una vasta gamma di esperienze straordinarie, e queste cinque destinazioni sono imperdibili per chiunque si avventuri in questo affascinante Paese. 

Ma aspettate, c’è una buona notizia!

Sapete che noi abbiamo organizzato un tour pazzesco che racchiude queste tappe (ma proprio tutte tutte) e molto di più? Date un'occhiata al nostro itinerario, e preparatevi a partire con noi!

Leggi anche...

Collaboriamo con...

Amazon Prime Video
Sky
Rai 3
Kilimangiaro
Ferrino
La Repubblica
Mashable
La Stampa
Topolino
Adnkronos
Radio Deejay
Radio 105
©Tutti i diritti riservati. Sto Gran Tour, S.L di Gabriele Saluci. NIF: B-76316819 Capitale Sociale €75.000. Direzione tecnica dei viaggi: Sto Gran Tour S.L Registro Agenzia Viaggi N° I-AV-0004183.1. Polizza Responsabilità civile AXA N° 82728845
credits logicweb

Ma se vi dicessimo: Scimpanzé, Rinoceronti e soprattutto Gorilla di Montagna?
Si avete capito bene, finalmente questa estate vi portiamo in Uganda!
Fino a Domenica 10, tutte le partenze in sconto!